Festival Giordano – Lago Maggiore


Posted on 15th May, by sapori in Cosa succede. No Comments

Festival Giordano – Lago Maggiore

Dal 6 al 15 luglio 2012 torna, a Baveno, sul Lago Maggiore, il Baveno Festival “Umberto Giordano”, giunto quest’anno alla quindicesima edizione. Tra i grandi protagonisti anche Giovanni Sollima con un emozionante concerto in cava…

La rassegna musicale, organizzata come di consueto dall’amministrazione comunale di Baveno, sotto la direzione artistica di Raffaella Valsecchi, si conferma sempre più manifestazione di riferimento per l’esecuzione, lo studio e l’approfondimento dell’opera del compositore a cui è intitolato ed è uno degli appuntamenti più prestigiosi dell’estate sul Lago Maggiore.

Il festival musicale “Baveno Festival Umberto Giordano” è nato in occasione del centenario della prima rappresentazione di Fedora (1898) e del cinquantenario della morte del compositore (1948), il quale trascorreva lunghi periodi di lavoro e vacanza a Baveno nella sua splendida Villa Fedora. Sorto come manifestazione interamente dedicata ai musicisti del periodo a cavallo fra Ottocento e Novecento, agli autori post-verdiani e ai loro contemporanei europei e americani, in seguito il Festival ha esteso il suo interesse a tutti i generi musicali del secolo scorso, alla poesia e ad altre forme d’arte e spettacolo.
Due anni fa l’acqua, lo scorso anno la terra, quest’anno l’incanto, con la magia del Lago, sarà l’elemento centrale della manifestazione. Il Festival, così, si lega al proprio territorio e ancora più che in passato diviene volano per quel territorio, in un percorso che, tenendo conto della musica di Giordano, non dimentichi i grandi anniversari ricorrenti nel 2012, le caratteristiche acustiche delle Chiese di Baveno e Feriolo, palcoscenici ideali per l’esecuzione del grande repertorio barocco. Non mancheranno i grandi artisti (da Gemma Bertagnolli a Giovanni Sollima), invitati ad esibirsi in luoghi inconsueti, non deputati al fare musica, come le cave di granito. Tutto questo in un clima di contaminazione sempre più forte, che mette in relazione la musica con il territorio e con il paesaggio, permettendo la circuitazione di pubblici ogni volta diversi.

Il Festival si snoderà, dunque, attraverso percorsi artistici eterogenei: dall’omaggio a Umberto Giordano con il concerto in forma scenica dei vincitori del Concorso Lirico Internazionale “U. Giordano” di Foggia (edizione 2011) e l’esibizione del Corpo Musicale di Baveno, alla celebrazione di grandi compositori quali Claude Debussy (per i 150 anni dalla nascita) e Georg Friedrich Haendel; dallo spazio dedicato alle musiche dal mondo alla sezione riservata alla Fedora di Giordano.
Caratteristica del Festival, come negli ultimi anni, è l’abbinamento del momento musicale ad eventi di carattere e natura diversa: uno di questi sono le installazioni multimediali, curate da Sebastiano Romano, anch’esse dedicate quest’anno all’incanto e alla magia del Lago, che dalla nona edizione del festival creano interessanti suggestioni visive tra la musica e i luoghi dove la si esegue. La realizzazione dei concerti e degli eventi musicali nei contesti architettonici di maggior rilievo artistico della città, esaltati da interventi scenografici e multimediali, ha suscitato nel tempo un’attenzione sempre maggiore, coinvolgendo ogni anno nuovi spettatori.
Come lo scorso anno, poi, non mancherà un’attenzione riservata ai più piccoli con laboratorio di formazione musicale e artistico-scenografica, destinato ai bambini e ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Baveno, durante il quale verranno coinvolti nell’esecuzione e nella realizzazione delle scenografie della celeberrima pagina di Sergej Prokof’ev Pierino e il lupo.

Novità dell’edizione 2012, una masterclass dedicata all’interpretazione del repertorio napoletano, classico e profano, condotta da Gemma Bertagnolli e da Claudio Astronio.
L’apertura ufficiale del Festival sarà venerdì 6 luglio alle ore 21.15 presso il Palazzo dei Congressi di Stresa con il concerto “Come d’incanto…Viaggiando intorno al mondo”, dedicato alle musiche dal mondo, che vanterà la presenza dei giovani musicisti del Discovery Ensemble, con Luigi Palombi al pianoforte e sotto la direzione del M° Luigi Di Fronzo. Chiusura, domenica 15 luglio alle ore 21.15 presso le cave di Baveno, già lo scorso anno protagoniste di un suggestivo concerto, con l’esibizione di due grandi violoncellisti: Giovanni Sollima e Monika Leskovar. In mezzo, una lunga serie di eventi, concerti e appuntamenti che seguiranno i temi dell’edizione 2012 del Baveno Festival.

Il programma 2012 del Festival Umberto Giordano 





Leave a Reply



In evidenza

Weekend alternativo tra sport, ambiente e cultura
SPORT, AMBIENTE, CULTURA

Weekend alternativo alle pendici della parete est del Monte Rosa, immersi nella natura e nelle bellezze di un antico...

Lago Maggiore Express..pronti per un’avventura?
Lago Maggiore Express: in treno alla scoperta del lago

Un’avventura a bordo del trenino delle Centovalli per raggiungere la sponda svizzera del Lago Maggiore,...

Sapori d’Italia – Per un regalo davvero speciale

Per un regalo speciale, fuori dal comune, un’esperienza coinvolgente  contattaci

Canyoning, una giornata in mountain bike, in barca a...